Parco del Municipio Parco del Municipio

< INDIETRO

Parco del Municipio

Annesso al settecentesco Palazzo Attems Santa Croce, presentava originariamente un’organizzazione all’italiana, con aiuole di forma geometrica, regolarmente disposte sull’asse principale dell’edificio.

Tale sistemazione fu modificata significativamente dopo che l’intero complesso divenne  proprietà dell’industriale Gian Cristoforo Ritter, il quale, oltre a conferire al palazzo l’attuale aspetto neoclassico, ampliò il parco conferendogli un impianto di tipo romantico, con sentieri curvi e boschetti irregolari. Risale probabilmente a questo periodo anche la costruzione del tempietto monoptero, posto a conclusione del nuovo asse visivo.  Il parco era molto rinomato per le specie  floreali pregiate e per le essenze esotiche, tra cui una sequoia. Dopo la cessione del complesso al Comune nel 1907,  l’area verde venne notevolmente ridimensionata per lasciare spazio alla costruzione della via Barzellini e della scuola Pitteri.