Le case del ghetto ebraico Le case del ghetto ebraico

< INDIETRO

Le case del ghetto ebraico

Quella che era un tempo la strada principale del ghetto ad oggi mantiene in gran parte il suo aspetto originario.

Caratterizzato da case alte, belle cornici in pietra intorno a portoni, porte e finestre, e i caratteristici balconi in ferro battuto. Su alcuni stipiti si può vedere ancora il foro rettangolare per la mezuzah: un contenitore in cui si trova un rotolo di pergamena con un versetto biblico, che caratterizza le case degli ebrei osservanti. Alcune conservano anche traccia della data di costruzione, come quella al numero 16/B che mostra su una lunetta in ferro battuto l’anno “1808”, o  quella al numero 4 che riporta le cifre “5564” corrispondenti, secondo il calendario ebraico, all’anno 1804.  Al suo interno si trova ancora la cassaforte della ditta Jona, la cui ricchezza aveva causato il detto popolare “Credi che abbia la cassa del Jona?”.