Giuseppe della Torre

< INDIETRO

Giuseppe della Torre

Sono nato in una delle maggiori famiglie della nobiltà locale. Dopo una carriera militare al servizio degli Asburgo e dei Borboni sono tornato nella piccola patria goriziana e, con la volontà d’agire per il bene di tutti, ho fondato il Monte di Pietà e la Cassa di Risparmio che avevano sede in questo Palazzo.

Caro visitatore, era il 18 maggio 1831 quando il Monte di pietà e l’annessa Cassa di risparmio di Gorizia aprivano al pubblico.

Con la volontà d’agire per il bene di tutti, nell’estate del 1830 avevo inoltrato richiesta all’imperatore Francesco I d’Austria per ottenere l’approvazione del progetto di rifondazione di un Monte di pietà e Cassa di Risparmio a Gorizia.

Sottolineai le finalità sociali della richiesta, ribadendo come si sarebbe rivelata molto utile alle persone bisognose di un prestito che non sarebbero più state schiacciate da pesante usura, come avrebbe fatto fruttare le piccole economie della popolazione e come gli utili avrebbero dato la possibilità di soccorrere gli infermi e i più bisognosi. Il progetto avrebbe, in sostanza, risposto a tutte le esigenze della comunità economica locale.

 

Periodo: 18° secolo