Piazza  E. Kardelja Piazza  E. Kardelja

< INDIETRO

Piazza E. Kardelja

municipio,teatro,biblioteca

(Municipio, Teatro SNG Nova Gorica, Biblioteca France Bevk)

Nova Gorica viene fondata nel 1947 quando, in seguito ai trattati di pace dopo la Seconda Guerra Mondiale, il confine divise in due la città di Gorizia e la parte est della città venne assegnata alla Jugoslavia. Via San Gabriele ha quasi una funzione di asse perché è l'unica strada diagonale che mantiene un collegamento diretto tra Nova Gorica e la città di Gorizia.

Sulla Piazza Trg Edvarda Kardelja, all'incrocio dei due assi più importanti della città (via Kidričeva ed Erjavčeva), si trova il palazzo comunale  costruito tra il 1948 e il 1955 su progetto dell'architetto Vinko Glanz. Il fronte del palazzo è ricco di statue legate alla tematica partigiana e rivoluzionaria dello scultore Boris Kalin. Al primo piano si trova la Sala Verda (Zelena Dvorana), utilizzata per riunioni ed incontri, nella quale si trovano gli affreschi del pittore Slavki Pengov in cui sono rappresentati alcuni degli avventimenti più importanti della storia del Litorale sloveno.

Sempre nei pressi della Trg Edvarda Kardelja si trova il SNG (slovensko narodno gledališče), ovvero il teatro nazionale Sloveno. L'edificio, di stile post-moderno progettato da Vojteh Ravnikar tra il 1987 e il 1994, chiude il lato orientale della piazza centrale e continua il ritmo dei portici che caratterizza quest'area. Il salone dell'assemblea municipale si collega con il motivo a pilastro presente in facciata che combina l'elemento prismatico del salone teatrale con il corpo cilindrico della torre scenica, disegnando così un sistema complesso che si basa sulla compenetrazione di più volumi. L'ingresso principale, leggermente rialzato, è evidenziato da un portale e da pilastri posti su due livelli mentre gli uffici amministrativi si trovano nell'edificio cilindrico adiacente.

La biblioteca pubblica France Bevk, che si trova tra gli edifici del teatro e del comune, viene progettata da Vojteh Ravnikar, Maruša Zorec e Robert Potokar e realizzata tra il 1996 e il 2000. L'edificio, caratterizzato formalmente da linee chiare, dinamiche e pulite, ha quattro piani e contiene più di 4500 metri quadri di spazio riservato alla biblioteca. Nel piano interrato e primo piano ci sono sale lettura, sale per eventi ed incontri letterari mentre il secondo piano è chiuso al pubblico e ospita il centro direzionale.