Il Duomo di Sant'Ilario e Taziano - Borbone Il Duomo di Sant'Ilario e Taziano - Borbone

< INDIETRO

Il Duomo di Sant'Ilario e Taziano - Borbone

Ogni giorno i duchi d'Angoulême avevano l’abitudine di recarsi a messa di prima mattina.

Mentre Luigi era solito ascoltarla nella chiesa dei francescani alla Castegnevizza, dove era sepolto il padre, Maria Teresa si recava nella nel vicino Duomo. La chiesa dedicata ai Santi Ilario e Taziano, ristrutturata con forme e decori barocchi nell’ultima parte del XVII secolo, era divenuta cattedrale metropolitana a metà Settecento, in seguito alla costituzione dell’arcidiocesi di Gorizia. Con qualunque tempo, anche nelle buie mattine d’inverno, la duchessa raggiungeva il Duomo a piedi, facendosi luce lungo il tragitto con una lanterna che portava lei stessa. “La figura  caratteristica di questa dama straniera, sempre vestita di nero, è rimasta a lungo impressa nella memoria del popolino”.