< INDIETRO

Casa di Marcello Morpurgo

Nato nel 1919, Marcello Morpurgo fu particolarmente attivo e impegnato all’interno della Comunità.

Quando nel 1938, le restrizioni previste dalle leggi razziali vietarono agli ebrei di

proseguire lo studio nelle scuole statali il giovane Morpurgo, insieme alla maestra Rina Luzzatto,

decise di occuparsi personalmente dell’istruzione degli studenti ebrei, che poterono così

presentarsi come privatisti agli esami di fine anno. Dopo la guerra fu insignito del titolo di “Giusto

tra le nazioni” per essere riuscito a salvarsi insieme alla madre dalle deportazioni, ricorrendo a falsi

documenti e dando lezioni private ai figli dei nobili che lo proteggevano. La storia della sua fuga

dalle retate naziste è narrata nel testo Valdirose e in vari articoli apparsi in diverse riviste. Morì

vicino a Gerusalemme nel 2012.

Percorsi