< Eventi

9 dicembre 2018

Lezioni di Storia a Teatro - Silvano Cavazza

09 Dicembre 2018

APPUNTI ALLA STORIA DI GORIZIA: QUATTRO SECOLI DI UNA CITTÀ DI FRONTIERA
CONFERENZA di SILVANO CAVAZZA

DOMENICA 9 DICEMBRE 2018 - ORE 17.30 - TEATRO VERDI GORIZIA
ENTRATA GRATUITA.

Questa conferenza rientra nel programma di incontri con il pubblico nel periodo autunno-inverno 2018-19 finalizzati alla realizzazione nel territorio goriziano del Museo diffuso del Novecento.

Dov’è Gorizia? Per quanto possa sembrare paradossale, la domanda è stata posta più volte nel corso di quattro secoli (quelli, all’incirca, della dominazione asburgica), e la risposta spesso è stata diversa. La contea (la provincia) è stata piuttosto identificata per sottrazione, per quello che non è rispetto ai territori confinanti piuttosto che per la sua propria fisionomia. Eppure Gorizia fin dal pieno Medioevo, almeno dal secolo XIII, ha avuto una propria identità, che si è mantenuta nel variare delle dominazioni e dei governi. Il problema identitario certamente può essere fittizio: un’etichetta appiccicata e rimovibile, destinata a venir cambiata a seconda di cambiamenti anche casuali o estrinseci. Bisogna però tenerne conto quando essa si basa su fatti storici concreti. Se l’identità viene dall’interno, è necessario prendere in esame i movimenti e le persone che l’hanno determinata, in primo luogo la classe dirigente. Gorizia ha manifestato nel corso dei secoli una classe dirigente particolare, che da una parte ha rivestito a lungo un ruolo internazionale, anche di alto livello all’interno dell’impero asburgico; dall’altra ha gestito l’amministrazione locale, spesso solamente secondo i propri interessi. La storia di Gorizia nell’età moderna, e anche la sua stessa collocazione in Europa, rappresenta la storia della collaborazione o del conflitto tra questi opposti aspetti del suo ceto dirigente. Il titolo si rifà a un’opera giovanile di Fabio Cusin (1904-1955), uno dei maggiori storici dell’ambito regionale nel Novecento, Appunti alla storia di Trieste (1930), che si conclude con la constatazione dell’isolamento di Trieste di fronte all’Europa del suo tempo.

Silvano Cavazza (Monfalcone 1946) ha insegnato per quasi trent’anni Storia del Rinascimento all’università di Trieste. Si occupa prevalentemente di storia religiosa e culturale europea dei secoli XVI e XVII.

LUOGO Gorizia